Qual’è il dritto del tessuto? Chissà quante volte, se sei alle prime armi te lo sei chiesta. Già, poiché mi ritrovo costantemente ragazze che mi fanno questa domanda. Cercherò di spiegare il tutto senza usare paroloni e di indicarti il modo più semplice per individuarlo. Quindi mettiti comoda e leggi ciò che ti sto per dire. Tranquilla cercherò di essere breve, ma tu porta pazienza e leggi l’articolo sino al fondo.

Il dritto del tessuto

Il dritto del tessutoE’ importante saper distinguere il dritto del tessuto, poiché la parte dritta è più resistente, oltre che più bella, quindi doppio vantaggio. Ma tu mi dirai non è semplice distinguerla, in special modo su alcuni tessuti. Allora ti svelo un primo trucco, quello più facile e pratico.

Se ti è già capitato di acquistare del tessuto doppia altezza, ti sarai accorta che è piegato in doppio. Anche per questo viene denominato doppia altezza, poiché raddoppia la sua altezza, ma allo stesso tempo, ci regala un grande indizio perché la parte esterna del tessuto sarà sempre il rovescio, mentre la parte ripiegata all’interno è sempre la parte dritta del tessuto. E fino a qui tutto semplice, giusto? Ora vediamo la parte un poco più complicata.

Se hai acquistato un tessuto a pezza in semplice altezza, non avendo il tessuto ripiegato potresti avere delle difficoltà nel riconoscere la parte dritta, niente paura esistono alcuni indizi che ti possono aiutare:

  • Le scritte od i numeri impressi nel tessuto sono sempre, leggibili solo a rovescio, nella parte dritta difficilmente trovi stampigliature.
  • Il dritto è sempre all’interno della falda piegata o arrotolata su dei cartoni o polistiroli dove si avvolge la pezza.
  • L’etichetta del tessuto viene fissata sul dritto del tessuto.
  • La cimosa laterale che svolge una sua funzione protettiva, al dritto presenterà dei fori sollevati, facili da individuare al tatto, mentre al contrario, al rovescio,  sono più delineati e precisi. A questo punto mi chiederai: “Perché, questi fori?” ed ecco la mia risposta: ” I fori sono stati causati dall’aggancio del tessuto durante alcune operazioni nella sua lavorazione.”  
  • Nei tessuti stampati il disegno è sempre più definito e nitido al dritto.
  • L’ordito è la parte più resistente, poiché normalmente il filo è più ritorto. Infatti i tessuti rigati sono paralleli all’ordito, difficilmente le righe seguono il senso della trama.
  • Le stoffe pettinate hanno una sorta di corda intrecciata (nervatura) che è obliqua e va verso destra, mentre nei tessuti cardati andrà nel lato opposto.  ( tessuto pettinato è un tessuto pregiato a pelo lungo, pettinato appunto. Cardato è una stoffa che ha subito una cardatura è più pesante, più avanti farò un articolo a riguardo).
  • Esistono tessuti che non hanno dritto e rovescio e si possono utilizzare indifferentemente da una parte o dall’altra.

Gli elementi che ti ho descritto sono tanti e certamente sono utili al riconoscimento del dritto del tessuto.

Ora se vuoi puoi guardare il video dove ti indicherò anche al dritto filo.


Se  questa lezione ti è piaciuta potresti seguirmi nei tuoi ritagli di tempo, attraverso un telefono come il mio

Samsung Galaxy S5 Neo Smartphone, 16 GB, NeroVeramente utile un mini pc, puoi restare connesso e vedere tutte le mie lezioni gratuite e tutti i miei corsi. Mentre sei sull’autobus e ti rechi al lavoro, oppure mentre sei al bar a fare colazione.. non credi sia fantastico? Clicca sull’immagine che ti porterà ad Amazon dove potrai acquistarlo in tutta comodità.

  • Display brillante Full HD Super AMOLED da 5,1″ (12,94 cm)
  • Fotocamera anteriore da 5.0 megapixel per selfie di gruppo
  • Impermeabile e antipolvere IP67
  • Naviga con la rete LTE Cat 6 fino a 300 Mbit/s in Downlaod
  • Contenuto: Galaxy S5 Neo, caricabatteria, cavo dati, auricolare, guida rapida
  • Menu multilingue (italiano incluso)