Quali sono i punti a mano indispensabili per diventare una sarta:
imbastire, le marcature, i sotto-punti, il punto indietro, il puntino…

Ora impara cos’è una imbastitura e a cosa serve.
Tra i punti più importanti che ti serviranno a confezionare i tuoi abiti c’è l’imbastitura.
La quale è un’insieme di punti lunghi e radi, che serve ad unire provvisoriamente due pezzi di stoffa, o addirittura ad assemblare un indumento in modo momentaneo non definitivo per poterlo indossare e quindi provare.

Ha lo scopo di fissare il tessuto prima della cucitura definitiva. Un abito imbastito ti dà la possibilità di modificarlo facilmente dove risulta avere dei difetti, cosa che avverrebbe con maggiore difficoltà se avesse già cuciture definitive.

Imbastitura

Per farti vedere come si procede per imbastire io ho postato alcune foto mentre mi appresto a stringere una gonna. Cosa vuol dire.. che impariamo dalle cose piccole anche da riparazioni.

 

segno con gesso

  • Traccio un segno con il gesso sui due fianchi della gonna per farti vedere cosa significa imbastire, il tessuto va sempre appoggiato su di un piano e dovrebbe aderirvi in modo perfetto. Io ti mostro una foto fatta su una gonna che sto modificando che è già stata indossata ed il tessuto non aderisce perfettamente, non fa testo.

 

 

  • punti a manoSul segno fatto con il gesso inizio l’imbastitura, che vado ad eseguire con il cotone da imbastire (il cotone da imbastire è un filo più spesso ma facile da spezzare) punti non troppo vicini, in questo caso io sto stringendo una gonna, ed ho mantenuto le cuciture dei fianchi per comodità le scucirò alla fine, in questo modo anche se il tessuto non aderisce perfettamente al tavolo il davanti e il dietro non si sposteranno.

 

imbastire con punti a mano

  • Ho fatto le foto in successione per darti modo di capire meglio. Una volta terminata l’imbastitura eseguirò la cucitura con la macchina da cucire, passando sopra all’imbastitura, in questo modo mi sono segnata anche una guida per cucire diritto e in special modo all’inizio quando manca la pratica è importante.

 

 

  • imbastitura La successione delle foto dovrebbe aiutarti a capire l’esecuzione dei punti, qualcuna di voi già esperta non avrà certo bisogno di queste immagini, molto utili per chi non ha mai cucito. Ora partiamo con l’ ABC , poi con un po’ di pazienza arriveranno le cose più difficili e meno noiose.

 

 

PUNTI molli o marcature

Cosa sono i punti molli o marcature?

Sono i punti che ci permettono di passare i segni che servono per realizzare un abito.

Mi spiego meglio, quando tagli il tessuto con l’utilizzo del cartamodello, adagi il cartamodello sul rovescio di un tessuto doppio e ricopi i segni con il gesso sul primo pannello di tessuto, il pannello sottostante sarà privo di segni. Con i punti molli o marcature riuscirai a portare i segni nel pannello sottostante e non solo, i segni saranno visibili anche nel diritto del tessuto.

Esecuzione

  • esecuzione punti molliCome detto in precedenza, sto stringendo una gonna. L’imbastitura servirà nei due fianchi che stringerò in egual misura, ma sul lato sinistro avrò la cerniera, quindi l’imbastitura si ferma e continuerà la marcatura che mi darà la linea dove applicare la cerniera.
  • Quando ho segnato con il gesso i fianchi da stringere, il fianco sinistro aveva la cerniera, che ho dovuto togliere, per rimetterla in maniera corretta ho bisogno di portare il segno sul diritto della gonna, perché la cerniera va imbastita al diritto.

marcatura

  • Inizierò la mia marcatura, che non è altro che una imbastitura con punti più vicini ma molli. Mi spiego meglio 1 punto 1occhiello.

 

 

 

  • tendere 2 lembi di tessuto con punti molliAttenzione che i due lati del tessuto non si spostino e combacino perfettamente come fossero un unico tessuto e non due parti. Una volta fatto questo alziamo il lembo del tessuto superiore tenendo fermo il tessuto inferiore. Come vedi nella foto a lato.

 

  • Tendendo i due tessuti sino a che sul rovescio i punti molli non sembreranno altro che una imbastitura, in questo modo taglio dei punti molli 1all’interno che è il dritto della gonna, avremo dei fili

lunghi.

 

 

 

  • taglio dei punti molli 2Ora potremo cominciare a tagliare i nostri punti cercando di tagliarli nel centro servendoci di una buon paio di forbici e facendo molta attenzione a non tagliare il tessuto.
  • Tagliati i punti il risultato saranno tutti questi fili che sbucano dal tessuto e che ci indicano il segno preciso fatto a rovescio con il gesso. A proposito di gesso, il gesso di cui ho parlato tanto,è un gesso per sarti si può acquistare in merceria o presso tutte le forniture per sarti, esiste in più colori.