Le rifiniture interne ad un capo di abbigliamento sono assai importanti. Qualcuno potrebbe obbiettare, “ma non si vedono!” Dissento vivacemente da questa obbiezione, poiché un capo confezionato in una sartoria di tutto rispetto deve sapersi distinguere anche in questo. Ho visto durante l’arco dei miei anni di lavoro, certe brutture indescrivibili. E’ vero che l’interno di un capo non è visibile all’esterno anche se non sempre è così, esempio : se il bordo di un orlo all’interno non ha la stessa dimensione lungo tutta la sua circonferenza, in alcuni tessuti in controluce, si nota. E’ solo un esempio, ma l’indumento che confezioniamo deve essere bello dentro e fuori.

Cosa intendo per rifiniture interne?

zig-zag rifiniture in taglia-cuciLa parola rifiniture, indica già un perfezionamento di un opera e di rifiniture su un capo di abbigliamento ce ne sono tantissime. Esistono rifiniture esterne, esempio:

  • rifiniture di una scollatura con un pizzo;
  • rifiniture di una scollatura con un bordino;
  • rifiniture di una chiusura con un ricamo; ecc..

Non sto ad elencare ora qui tutte le rifiniture esterne di un capo, di queste ne parlerò approfonditamente in vari articoli, o ancor meglio lezioni, qui approfondirò le rifiniture interne di un capo.

Quando si uniscono i vari pezzi che lo compongono : davanti con il dietro, maniche e così via, vengono uniti con delle cuciture lineari lasciando dei margini di cucitura, questi margini possono avere diverse dimensioni, partendo da 1cm a 2 -3cm, in certi capi le cuciture laterali possono essere anche più larghe, in previsione di future modifiche ( allargare l’abito per esempio) ma tutte devono seguire un criterio, quello di essere margini dritti e regolari. I margini interni devono essere anche rifiniti perché non possano sfilare. Quindi perché non sfilino è bene passarli con lo zig-zag, o con la taglia-cuci.

Zig-zag particolare su tessuti che sfilano troppo

margine rigirato, ma usato lineareSe lavorerai un tessuto che sfila facilmente conviene fare le rifiniture dei margini con la taglia-cuci, ma se non hai la possibilità  di utilizzare la taglia-cuci, puoi girare il bordino del margine tessuto e passarlo sotto la macchina da cucire utilizzando lo zig-zag, con questo metodo il tessuto non sfilerà e le rifiniture risulteranno più belle. A fianco foto con margine girato, ma passato con cucitura in lineare, lo zig-zag è consigliabile.

Margini profilati e altro

coprispalle in seta a rovesciorifiniture profilateEsiste anche la possibilità di profilare i margini con la seta, specialmente se l’indumento che vai a confezionare non è foderato in modo che girandolo all’interno, il cliente capisca che è un capo di lusso. Esistono poi rifiniture, quali:

  • occhielli di fodera o di seta, o altro materiale applicati all’interno della catenella in pelliccia ecologicaocchiello di fodera su giaccacintura di una gonna per appenderla all’attaccapanni, con facilità;
  • occhiello di fodera o catenella in metallo, o altro applicato all’interno al centro del collo di una giacca, cappotto, soprabito, sempre per poterlo agganciare ad un gancio con facilità.

Oppure per rifiniture ai capispalla particolari, puoi attaccare rigorosamente a mano una passamaneria  ne esistono di bellissime(che puoi comprare online su Amazon o nelle mercerie) lungo tutta la perimetria della fodera interna. Negli anni 60 i sarti facevano molto uso di questa rifinitura che ahimè 🙄 è caduta un po’ in disuso.

Cuciture all’inglese

Guarda video